31.08.2023

"Violato diritto bimba a vita familiare e privata"

L'Italia ha violato i diritti di una bambina nata nel 2019 in Ucraina con la maternità surrogata, impedendo il riconoscimento legale del rapporto di filiazione con il padre biologico e facendo di lei un'apolide. Lo ha stabilito la Corte europea dei diritti umani.

Per la Corte, lo Stato italiano ha violato il diritto della bimba alla vita familiare e privata. L'Italia dovrà versare 15.000 euro per i danni morali alla bambina e altri 9.536 euro per le spese legali sostenute dal padre biologico e dalla madre intenzionale.

 7.04.2023

I membri della commissione parlamentare per la salute, l'assistenza medica e l'assicurazione sanitaria della nazione propongono di vietare l'uso dei servizi di maternità surrogata per gli stranieri durante il periodo della legge marziale e fino a tre anni dopo la sua fine.

Lo prevede, in particolare, il disegno di legge sulle tecnologie di riproduzione assistita (ART), elaborato sulla base di tre disegni di legge alternativi (nn. 6475, 6475-1 e 6475-2) e sostenuto dalla commissione nella riunione del Venerdì.

12.06.2023

Lunedì il primo ministro georgiano Irakli Garibashvili ha affermato che la maternità surrogata sarà consentita solo a coloro che hanno lo status di cittadino, citando i cittadini stranieri che “trasformano questo problema in un business” sullo sfondo di una mancanza di regolamentazione.

L'amministrazione governativa ha citato Garibashvili per aver notato limitazioni alla maternità surrogata in diversi paesi europei, con il capo del governo che ha anche notato una presunta diffusa promozione online di offerte.

7.06.2023

L'infertilità è uno dei maggiori problemi del nostro tempo. Secondo l'OMS, un numero enorme di persone affronta le difficoltà della procreazione - ogni sesto abitante del globo. Le coppie senza figli di tutto il mondo sono alla ricerca di tutti i modi disponibili per diventare genitori. L'ultima speranza per molti disperati è ricorrere ai servizi di una madre surrogata. Ma negli ultimi anni non è diventato così facile.

L'Ucraina è sempre stata considerata il centro tacito della maternità surrogata nel mondo ed è stato uno dei pochi paesi in cui la legislazione ha permesso a persone di diverse nazionalità e fedi di realizzare il loro vecchio sogno: diventare genitori di un bambino. Dopo febbraio 2022 la situazione è cambiata radicalmente. A causa delle ostilità, molti centri di maternità surrogata ucraini hanno lasciato il paese e hanno iniziato a lavorare in altri stati. In un caso, il trasferimento ha avuto un impatto negativo sulla qualità dei servizi.

Pagina 1 di 2